facebook
instagram
whatsapp

redazione@ivespri.it

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Direttore Responsabile: Fabio Tracuzzi - direttore@ivespri.it

Direttore Editoriale: Nunzia Scalzo - direttoreditoriale@ivespri.it

Registrazione: Tribunale di Catania n. 7/2006 del 3/3/2006

Sede legale: Via Aloi 26 - 95126 Catania

 

Contatta la redazione: redazione@ivespri.it

Contatta l'amministrazione: amministrazione@ivespri.it


facebook
phone
whatsapp

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

banner per i vespri
vespri_300x250

Editore e ragione sociale:
Vespri società cooperativa

Via Aloi 26 - Catania

P.IVA IT04362690879 - Codice fiscale 93117170873
pec: cooperativa.vespri@twtcert.it

I Vespri @ Tutti i diritti son riservati, 2022

Contrada Rasocolmo e le Residenze d'artista

2024-04-29 12:16

redazione

Cronaca, Attualità, Focus, Cultura,

Contrada Rasocolmo e le Residenze d'artista

ll Contemporaneo incontra l’identità siciliana: a Messina un progetto voluto da Francesco Reitano con la preziosa collaborazione di Mariateresa Zagone

ll Contemporaneo incontra l’identità siciliana: a Messina un progetto di Residenze d’Artista 

Al via nella Tenuta Rasocolmo un progetto di Residenze d’Artista denominato “Il Contemporaneo incontra l’identità siciliana”. Per questa prima Residenza sono pervenute 19 domande da varie regioni italiane e da qualche paese straniero. La Giuria composta da Francesco Reitano (proprietario della Tenuta), Mariateresa Zagone (curatrice del progetto di Residenze) e Roberta Guarnera (gallerista), dopo aver esaminato i progetti pervenuti, ha scelto i vincitori del Bando per l’anno 2024. 

Il vincitore è l’artista palermitano Giovanni Lo Verso, primo residente e vincitore insieme allo scultore cileno Flavio Parra Ortiz, che parte da una serie di interrogativi: “E giusto vivere di rapina nei confronti della terra e, in generale, in ogni forma di rapporto? Qual è il valore dello scambio?”

 

L’opera di Lo Verso, dal titolo “Thalat” (nome di origine araba che significa “rinascita”), dedicata alla madre Clara è una installazione site specific pensata e costruita appositamente per il luogo che l’accoglie. L’impianto concettuale, articolato su tre elementi verticali (altezza cm 200, cm. 180, cm. 100), richiama i vertici stessi della Sicilia. Le resine plastiche fibrorinforzate, trattate con velature di ossidi minerali naturali, risultano cosí estremamente materiche, scabrose e porose. Ciò fa si che elementi di vita quali i muschi possano attaccarsi nel tempo dando vita ad un dialogo e ad una trasformazione continui. I tre elementi inoltre sono stati progettati per ospitare alla sommità dei piccoli pannelli solari che, accumulata l’energia della luce, prepotente a queste latitudini, la restituiscano dalle fenditure verticali al calar della sera. Come sentinelle silenti e imperiture sembra si prendano cura della terra con la quale vivono in simbiosi e della cui sostanza sembrano fatte, natura nella natura, luce nella luce.

 

Un segno forte nel nostro territorio, un segno che ribadisce, se mai ce ne fosse stato bisogno, come il ruolo dell’arte e degli artisti diventi essenziale al fine di creare una coscienza collettiva che rifletta sulle radici e sull’appartenenza ma anche sulla necessità di uno scambio e un dialogo sano con l’ambiente che ci circonda.