redazione@ivespri.it

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

tmb (970 × 250 px)

Direttore Responsabile: Fabio Tracuzzi - direttore@ivespri.it

Direttore Editoriale: Nunzia Scalzo - direttoreditoriale@ivespri.it

Registrazione: Tribunale di Catania n. 7/2006 del 3/3/2006

Sede legale: Via Aloi 26 - 95126 Catania

 

Contatta la redazione: redazione@ivespri.it

Contatta l'amministrazione: amministrazione@ivespri.it


facebook
phone
whatsapp

Editore e ragione sociale:
Vespri società cooperativa

Via Aloi 26 - Catania

P.IVA IT04362690879 - Codice fiscale 93117170873
pec: cooperativa.vespri@twtcert.it

I Vespri @ Tutti i diritti son riservati, 2022

Miccichè si candida e inguaia il centrodestra

2022-08-13 01:19

Fabio Tracuzzi

Cronaca, Politica, Focus,

Miccichè si candida e inguaia il centrodestra

Gianfranco Micciche' con un colpo di coda prevedibile e con un comunicato, di finta unità, di Forza Italia si candida alla Presidenza della regione

Ci risiamo. Gianfranco Micciche' con un colpo di coda assolutamente prevedibile e con un comunicato, di finta unità, di Forza Italia si candida alla Presidenza della regione. Dopo aver fatto fuori, bruciandoli, tanti nomi compreso quello del fratello esce allo scoperto. “Per un centrodestra unito si legge nel comunicato pur rispettando il nome di Schifani è lui, Miccichè,  l'unico che può vincere”. E attenzione è un comunicato arrivato dopo le 18, l’ ora in cui, chissà poi perché, ogni volta che parla Miccichè riesce a fare danni. Se fossimo maliziosi gli consiglieremmo di cambiare pusher, ma sappiamo benissimo che lui non fuma spinelli. Ci mancherebbe. I leader politici non fanno uso di droghe leggere. E che a un certo punto della giornata è particolarmente stanco per il troppo lavoro e gli viene meno la lucidità. Del resto giovanissimo non lo è più. Quindi la proposta, oscena comunque, di tutti i leader del centro destra di candidare Schifani presidente viene bocciata da una parte di Forza Italia Sicilia, ma sarebbe meglio dire palermitana, che boccia Schifani e lancia Miccichè. Del resto bimbo Gianfranco è dovuto uscire allo scoperto. Miccichè è suo acerrimo nemico e quindi con l’ex Presidente del Senato Governatore  avrebbe dovuto dire addio a tutti i suoi privilegi. Tanti privilegi. Il centro destra se vuole vincere, ammesso che sia ancora possibile, deve isolarlo. Non c è altro da fare. De Luca e Chinnici ovviamente fanno il tifo per Micciche'. Ma lui c’è abituato. Crocetta presidente della regione è proprio una sua creatura quando decise col permesso del compare Berlusconi (non ci sono più dubbi ormai) di candidarsi contro Musumeci per perdere e far perdere Musumeci e far vincere Crocetta. Adesso al tavolo della roulette sta giocando gli stessi numeri di allora. Quanto squallore. A casa. Tutti a casa

 

 

 

 

Fine modulo

 

la tua pubblicità
Come creare un sito web con Flazio