redazione@ivespri.it

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

tmb (970 × 250 px)

Direttore Responsabile: Fabio Tracuzzi - direttore@ivespri.it

Direttore Editoriale: Nunzia Scalzo - direttoreditoriale@ivespri.it

Registrazione: Tribunale di Catania n. 7/2006 del 3/3/2006

Sede legale: Via Aloi 26 - 95126 Catania

 

Contatta la redazione: redazione@ivespri.it

Contatta l'amministrazione: amministrazione@ivespri.it


facebook
phone
whatsapp

Editore e ragione sociale:
Vespri società cooperativa

Via Aloi 26 - Catania

P.IVA IT04362690879 - Codice fiscale 93117170873
pec: cooperativa.vespri@twtcert.it

I Vespri @ Tutti i diritti son riservati, 2022

Per Classica & Dintorni l’Italianvibes Ensemble suona Betta

2022-10-02 20:07

Aldo Mattina

Cronaca, Spettacoli, Focus,

Per Classica & Dintorni l’Italianvibes Ensemble suona Betta

Una lunga estate ormai giunta agli sgoccioli non smette ancora di consegnarci preziose perle musicali; così tra un ‘Bellini International Context’ che

 Una lunga estate ormai giunta agli sgoccioli non smette ancora di consegnarci preziose perle musicali; così tra un ‘Bellini International Context’ che si conclude e un ‘Magie Barocche’ che inizia (e tanto altro, in verità…) si incastona, nell’ormai storica cornice del Castello Ursino, ‘Classica & Dintorni’, preziosa rassegna musicale giunta alla sua XIX edizione, per la direzione artistica di Ketty Teriaca, che quest’anno si svolge in forma di ‘Festival internazionale di musica da camera, jazz e contaminazioni’. Inserita fra l’altro nel cartellone del Catania Summer Fest, la rassegna occuperà tutti i fine settimana di ottobre, dal venerdì alla domenica.

     Intanto il secondo appuntamento (dopo l’inaugurazione con il Quartetto Katanè e Domenico Testaì) ci ha consegnato la ‘perla’ di cui si parlava all’inizio. Protagonista il quartetto ‘Italianvibes Ensemble’, costituito dal flautista Giovanni Mareggini, dal violista Luca Ranieri, dalla violoncellista Maria Cecilia Berioli e dalla pianista Ketty Teriaca. L’ensemble è stato protagonista ed esecutore  di un progetto avviato parzialmente in Umbria e in Friuli l’estate scorsa ed ora approdato in terra di Sicilia, sua reale destinazione ispirativa. “Quaderni. Diario del tempo che verrà” nasce infatti grazie alla rielaborazione del suo autore, il compositore Marco Betta il quale, rielaborando e trascrivendo suoi precedenti lavori appositamente per l’Italianvibes, ha realizzato una narrazione quasi in forma di moderna suite, creando come un ponte fra appunti di memoria (annotati come in un quaderno intimo) e suggestioni da consegnare al futuro, sogni, utopie, speranze.

     Strutturata in due parti, eseguite senza soluzione di continuità, la pieces prende l’avvio dalle tavolozze create da Betta per i film di Roberto Andò, ‘Viaggio segreto’, ‘Viva la libertà’ e ‘Il manoscritto del Principe’, qui trasformate in vividi e brevi quadri dal sapore particolarmente intimistico, grazie al particolare e concentrato organico quartettistico. La seconda parte costituisce, invece, un vero e proprio omaggio del compositore ad un grande amico palermitano, l’imprenditore Ferruccio Barbera, assai noto in città e prematuramente scomparso all’età di 53 anni. Un percorso emotivamente coinvolgente che ricorda e accompagna l’amico lungo le tappe della sua esistenza, tra le ‘Pietre di Pantelleria’, ‘Stadio’, ‘Immagine’ fino al ‘viaggio di Ferruccio’.  La musica di Betta è struggente, il pianoforte scandisce tra ritmo e melodia le distensioni ‘orizzontali’ del flauto, l’idillio della viola, le carezze del violoncello, rafforzando la suggestione della memoria, di quello che è stato e di quello che avrebbe potuto essere o che, semplicemente, sarà, nel ricordo. L’esecuzione dei quattro artisti è intensa, partecipe, ricca di pathos e raggiunge il pubblico creando una positiva empatia.

 

catotti
Come creare un sito web con Flazio