facebook
instagram
whatsapp

redazione@ivespri.it

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Direttore Responsabile: Fabio Tracuzzi - direttore@ivespri.it

Direttore Editoriale: Nunzia Scalzo - direttoreditoriale@ivespri.it

Registrazione: Tribunale di Catania n. 7/2006 del 3/3/2006

Sede legale: Via Aloi 26 - 95126 Catania

 

Contatta la redazione: redazione@ivespri.it

Contatta l'amministrazione: amministrazione@ivespri.it


facebook
phone
whatsapp

Editore e ragione sociale:
Vespri società cooperativa

Via Aloi 26 - Catania

P.IVA IT04362690879 - Codice fiscale 93117170873
pec: cooperativa.vespri@twtcert.it

I Vespri @ Tutti i diritti son riservati, 2022

Quattro gol del Catania contro il Licata

2023-01-22 17:40

Gioele Leonardi

Cronaca, Sport, Focus,

Quattro gol del Catania contro il Licata

Terza vittoria consecutiva per il Catania che consolida di più il suo primato in classifica. Quattro gol al Licata che ha dovuto finire la sua partita in nove

Vince facile il Catania anche la partita contro il Licata per superiorità tattica e per superiorità numerica. Terzo successo di fila dall’inizio dell’anno, la squadra etnea non sbaglia un colpo e regala gol e spettacolo. Un’altalena di emozioni vissuta per tutti i novanta minuti. 

Fischio d’inizio e il Catania orienta la partita già da subito, desiderosa del primo gol che arriva su pennellata di Lodi da calcio d’angolo: Sarao insacca a rete e la squadra etnea passa subito in vantaggio. 

 Dopo appena tre minuti azione fotocopia del Catania: sinistro impeccabile di Lodi, sempre su calcio d’angolo, e questa volta tocca a Vitale andare in gol, seconda rete consecutiva per il centrocampista classe 2004.

Un Catania scatenato che non intende fermarsi e persegue dritto il suo obiettivo e trova in Castellini un’interprete che al dodicesimo sferra un siluro che sfiora il palo.

La squadra etnea più volte tenta di fare il terzo gol, al venticinquesimo minuto De Luca crossa dalla sinistra, sbuca Chiarella alle spalle dei difensori, ma la palla finisce oltre i legni.

Sembra andare in discesa la partita ma il Licata trova una difesa etnea addormentata , si fa ingannare e subisce il gol del 2-1 propiziato da Leonardo Saito. Partita riaperta dopo un primo tempo molto combattuto, emozionante e mai banale.

Nella ripresa, le due squadre giocano sulla difensiva non forzando la giocata e aspettando di fatto l’errore dell’avversario.

L’espulsione di Vitolo al settantunesimo condanna il Licata a rinunciare alla vittoria e riaccende gli animi sia dei tifosi rossazzurri sia dei giocatori. 

Dopo l’espulsione, manco a dirlo, è il Catania a guidare la partita che culmina con Palermo al settantottesimo artefice di un gol stupendo, tiro a giro potente che il portiere Valenti può solo guardare. 

Il Licata psicologicamente a terra provoca un calcio di rigore per il Catania al minuto ottantaquattro, rosso diretto per Frisenna e Licata con soli 9 giocatori: sugli 11 metri si presenta Giovinco che non sbaglia, cala il poker e per il Catania festa è. 

La capolista se ne va, per davvero, con una distanza dalle rivali di quattordici punti. 

 

Marcatori: 5’ Sarao, 9’ Vitale, 34’ Saito, 78’ Palermo,

84’ Giovinco, 

 

Arbitro Gianluca Catanzaro

 

Note:  71’ espulsione Vitolo, 83’ espulsione Frisenna 

--

 

catotti
Come creare un sito web con Flazio