facebook
instagram
whatsapp

redazione@ivespri.it

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Direttore Responsabile: Fabio Tracuzzi - direttore@ivespri.it

Direttore Editoriale: Nunzia Scalzo - direttoreditoriale@ivespri.it

Registrazione: Tribunale di Catania n. 7/2006 del 3/3/2006

Sede legale: Via Aloi 26 - 95126 Catania

 

Contatta la redazione: redazione@ivespri.it

Contatta l'amministrazione: amministrazione@ivespri.it


facebook
phone
whatsapp

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

banner per i vespri

Editore e ragione sociale:
Vespri società cooperativa

Via Aloi 26 - Catania

P.IVA IT04362690879 - Codice fiscale 93117170873
pec: cooperativa.vespri@twtcert.it

I Vespri @ Tutti i diritti son riservati, 2022

Catania umilia il Locri e vede la serie C

2023-02-19 17:47

Gioele Leonardi

Cronaca, Sport, Focus,

Catania umilia il Locri e vede la serie C

Il Catania vince a mani basse a Locri, seconda in classifica, con una delle migliori prestazioni di questo campionato. La serie C ormai è solo a un passo

Doveva essere la partita più temuta contro il Locri, seconda forza del campionato sia pure con un distacco notevole  e invece è stato un vero e proprio trionfo per i rossazzurri. Ed è arrivato così l'ottavo successo consecutivo per la squadra etnea portandosi a più 17 sul Locri.  Il match, andato in programma alle 14:30 allo stadio Macrì, ha visto trionfare ancora una volta il Catania con un risultato di 0-4, un dominio non solo nel risultato ma anche territoriale.

Partita dominata dal primo all’ultimo minuto per gli uomini di Ferraro, al 6’ il Catania passa subito in vantaggio con Chiarella, un tiro violento all’interno dell’area di rigore che il portiere del Locri si limita a guardare.

Al 23’ il Locri prova a pareggiare con Furina  con un tiro a giro, ma di poco la palla esce fuori.

Al 35’ la squadra rossazzura raddoppia, un assist visionario di Lodi che arriva tra i piedi di De Luca e davanti al portiere, la zanzara non sbaglia e porta il risultato sul 0-2.

Gran parte della partita è gestita con grande sicurezza dagli uomini di Ferraro, un match più semplice del previsto, nonostante si siano affrontate la prima della classifica contro la seconda.

Nel secondo tempo si ripete lo stesso copione, una giornata storta per la squadra calabrese condita al 62’ dall’espulsione di Mbaye.

Al 68’, su angolo di Lodi, l’attaccante Sarao firma il tris, esultanza liberatoria per il centravanti del Catania, che sigla così il quarto gol dell’anno.

Al 84’ Rapisarda cala il poker, sempre su angolo, ma questa volta battuto da Sarno, colpisce di Testa e chiude la partita sul risultato di 0-4.

Il Catania sembra non avere rivali dimostrando a ogni partita il proprio gioco e la voglia di tornare nella lega dei professionisti che ormai si fa sempre più avvicina.

 

Marcatori: 6’ Chiarella, 35’ De Luca, 68’ Sarao, 84’ Rapisarda

 

Arbitro: Gerardo Simone Caruso

 

Note: 62’ espulsione Mbaye (Locri)